Ansia / Stress

Cosa può scatenare l'ansia?

L’ansia è la sensazione di paura, preoccupazione o disagio, che la maggior parte delle persone sperimenta occasionalmente. Le situazioni e gli eventi stressanti o non familiari che causano questi sentimenti sono ciò che la gente chiama ansia scatenante.

Sebbene non sia sempre possibile evitare questi fattori scatenanti, esistono alcune tecniche che le persone possono utilizzare per gestire la propria ansia in determinate situazioni.

Qui, forniamo informazioni sulle tecniche di gestione dell’ansia e descriviamo le varie opzioni di trattamento per le persone con ansia grave o debilitante.

Esistono molti fattori scatenanti dell’ansia. Di seguito, esaminiamo otto esempi comuni di questi trigger e come una persona può gestirli.

1. Bere troppa caffeina

La caffeina aumenta i livelli di epinefrina nel corpo. L’epinefrina è uno degli ormoni che svolgono un ruolo nella risposta di lotta o fuga.

Bere quantità eccessive di caffè e altre bevande contenenti caffeina può quindi far sentire le persone ansiose e in difficoltà.

Bere meno caffeina può aiutare a migliorare i sentimenti di ansia.

Scopri di più su come la caffeina può influenzare il corpo qui.

2. Sedere una prova

È comune che le persone si sentano ansiose prima di un test. Il nome per questo è l’ansia da test, che è un tipo di ansia da prestazione.

A volte, l’ansia da test è dovuta alla mancanza di studio o preparazione. Altre volte, si verifica perché una persona ha paura del fallimento. Una forte pressione per eseguire comunemente guida questa preoccupazione.

Molte scuole hanno programmi speciali o consiglieri per aiutare gli studenti a gestire l’ansia da test.

3. Socializzare

Alcune persone possono provare ansia prima di un incontro o evento sociale o quando incontrano persone per la prima volta. Ad esempio, possono sentirsi particolarmente ansiosi nelle seguenti circostanze:

  • tenere un discorso o una performance
  • partecipare a un’intervista
  • incontrare un folto gruppo di estranei

Una certa ansia in queste situazioni è normale. A volte, tuttavia, l’ansia è così intensa che impedisce alle persone di impegnarsi in attività che altrimenti godrebbero.

Le persone possono sentirsi eccessivamente autocoscienti e ritirarsi socialmente. Questi possono essere segni di disturbo d’ansia sociale.

4. Essere vittima di bullismo

Le persone che subiscono bullismo a scuola o sul posto di lavoro possono diventare ansiose di trascorrere del tempo lì.

La paura dei bulli può distrarre le persone dai loro studi o dal loro lavoro. Alcuni bambini possono saltare del tutto la scuola. Queste risposte comportamentali possono portare a prestazioni insufficienti, che possono scatenare ulteriore ansia.

Nel tempo, le persone possono diventare spaventate dalle situazioni sociali in generale.

Le persone che subiscono bullismo dovrebbero cercare di contattare un amico, un collega o un mentore di fiducia. La maggior parte delle organizzazioni ha stabilito procedure per la gestione del bullismo a scuola o sul posto di lavoro.

5. Problemi finanziari

Le difficoltà finanziarie possono influenzare in modo significativo la salute mentale di una persona.

Vivere con il debito, perdere un lavoro o avere un reddito instabile può scatenare sentimenti di ansia.

Secondo un sondaggio del 2017 dell’American Psychological Association, circa il 72% delle persone negli Stati Uniti ha riferito di sentirsi stressato per i soldi durante il mese precedente.

Le persone con ansia finanziaria possono trarre beneficio dal parlare con un professionista della salute mentale o un membro della famiglia o un amico di supporto.

6. Vivere un lutto

Molte persone associano il lutto a intensi sentimenti di dolore e depressione. In molti casi, la perdita può anche innescare un’ansia profonda.

Una persona che ha perso una persona cara può preoccuparsi di come faranno. Le persone possono sentirsi particolarmente ansiose dopo la morte di una persona con cui hanno confidato o fatto affidamento in qualche modo.

Molte persone si preoccupano anche di come faranno fronte al loro dolore. Possono sentirsi ansiosi di poter funzionare sul lavoro o in casa. Potrebbero anche temere di non sentirsi mai più normali.

Le persone che si sentono in ansia dopo un lutto dovrebbero parlare con il proprio medico. Il medico può rivolgersi alla persona per la consulenza sul lutto.

7. Diventare genitore

Diventare genitori è un evento di vita significativo. Mentre può essere una prospettiva eccitante, può anche scatenare sentimenti di intenso stress e ansia.

I futuri genitori potrebbero avere delle preoccupazioni su come faranno nel loro nuovo ruolo. Potrebbero anche preoccuparsi della nascita stessa e della salute del bambino.

Le donne che manifestano alti livelli di ansia da gravidanza devono parlare con il proprio medico. Lo stress cronico può avere un effetto negativo sia sulla donna che sul nascituro. Il medico può raccomandare una forma di terapia del parlare per alleviare l’ansia.

8. Ricezione di una diagnosi di una malattia grave

Ottenere una diagnosi di una malattia grave o di una condizione medica cronica può essere profondamente sconvolgente e preoccupante.

Le persone possono provare ansia su come gestiranno la loro condizione e su come può progredire. Potrebbero anche preoccuparsi di come faranno i loro cari a livello emotivo o finanziario.

Le persone che avvertono queste ansie dovrebbero parlare con il proprio medico. Un medico sarà in grado di raccomandare terapie appropriate e altre risorse utili.

Trattamento

Molte persone si sentono ansiose in determinate situazioni, alcune delle quali tendono a provocare ansia maggiore di altre.

Tuttavia, le persone dovrebbero consultare un medico se l’ansia inizia a influenzare uno dei seguenti aspetti della loro vita:

  • relazioni personali
  • la capacità di godersi la vita
  • la capacità di funzionare di giorno in giorno

Una persona che ha un’ansia grave, persistente o debilitante può avere un disturbo d’ansia. In tali casi, un medico può raccomandare un trattamento per aiutare a gestire l’ansia.

Il tipo di trattamento che una persona riceve dipende dal tipo e dalla gravità della sua ansia, nonché dalla sua causa.

Alcune opzioni di trattamento includono:

Terapie parlanti

Sono disponibili diversi tipi di terapia della parola.

counseling: La consulenza è di solito una terapia a breve termine che dura diverse settimane. L’obiettivo della consulenza è aiutare le persone a sviluppare strategie per gestire situazioni stressanti.

Psicoterapia: Questa terapia è più a lungo termine della consulenza e copre una gamma più ampia di problemi.

Esistono molti diversi tipi di psicoterapia, ma tutti mirano ad aiutare le persone a diventare più capaci di:

  • regola le loro emozioni
  • gestire lo stress
  • comprendere i modelli comportamentali che influenzano le loro relazioni con gli altri

Il tipo di psicoterapia che una persona riceve dipenderà dalle sue preferenze personali e dal tipo di ansia che hanno.

Terapia comportamentale cognitiva (CBT): La CBT è una forma specifica di psicoterapia che aiuta le persone a riconoscere in che modo i loro schemi di pensiero negativi possono influenzare l’ansia e i comportamenti. Diventare più consapevoli di ciò può aiutare le persone a sviluppare strategie di coping più efficaci.

medicazione

A volte un medico può prescrivere farmaci anti-ansia insieme alla terapia del parlare. La salute generale di una persona e il tipo di ansia che hanno determineranno il trattamento più adatto a loro.

Alcuni farmaci anti-ansia includono:

  • Buspirone: Mentre il suo esatto meccanismo d’azione è sconosciuto, gli scienziati ritengono che il buspirone agisca legandosi a specifici recettori della serotonina, migliorando così l’attività di questo neurotrasmettitore.
  • benzodiazepine: Si tratta di un tipo di sedativo che un medico può prescrivere per un breve periodo per aiutare a trattare i sintomi di ansia improvvisi e gravi. Tuttavia, i medici hanno recentemente prescritto un minor numero di benzodiazepine a causa del rischio di dipendenza. Questo rischio è maggiore in coloro che hanno una storia di disturbi da uso di droghe o alcol.
  • I beta-bloccanti: Questi farmaci agiscono bloccando l’azione dell’epinefrina, prevenendone gli effetti, tra cui la frequenza cardiaca rapida che le persone sperimentano in genere quando sono ansiose.

Prevenzione

Non è sempre possibile evitare le situazioni e gli eventi che scatenano l’ansia. Cercare di evitare questi fattori scatenanti può talvolta peggiorare l’ansia.

Le tecniche di gestione dello stress possono aiutare le persone a raggiungere uno stato d’animo più rilassato e gestire meglio l’ansia in queste situazioni.

Esempi inclusi:

Esercizio

L’esercizio fisico riduce i livelli di ormoni dello stress all’interno del corpo. Può anche distrarre le persone dalle preoccupazioni facendole concentrare sul compito di esercitare invece.

Una revisione del 2014 ha studiato gli effetti anti-ansia dell’esercizio rispetto a quelli dei trattamenti standard per l’ansia, come i farmaci e la CBT. La revisione includeva otto studi randomizzati controllati (RCT) di interventi di esercizio per l’ansia.

Di per sé, l’esercizio fisico è stato meno efficace dei normali trattamenti d’ansia. Tuttavia, combinare il trattamento con l’esercizio fisico ha generalmente portato a maggiori riduzioni dell’ansia rispetto al solo trattamento.

Entrambi gli esercizi aerobici e anaerobici sembrano ridurre i sintomi dell’ansia. Tuttavia, sono necessari ulteriori RCT per confermare i benefici dell’esercizio fisico per l’ansia.

Meditazione consapevole

La meditazione è la pratica di focalizzare la mente.

La consapevolezza è un tipo di meditazione che implica la focalizzazione sui sentimenti, pensieri o sensazioni corporee che stanno accadendo nel momento presente. In questo modo, una persona può spesso rallentare i propri pensieri e impedire alla propria mente di correre.

Immagini guidate

Le immagini guidate sono un tipo di meditazione in cui una persona visualizza scene per favorire il rilassamento.

Ad esempio, una persona può scegliere di immaginare un bel tramonto o un giardino tranquillo. Queste visualizzazioni possono distrarre le persone dal loro stato ansioso e promuovere pensieri e sensazioni positive.

Respirazione diaframmatica

La respirazione diaframmatica è una tecnica di respirazione che rallenta la frequenza cardiaca e abbassa la pressione sanguigna.

Uno studio del 2017 ha scoperto che la respirazione diaframmatica riduce anche i livelli di cortisolo. Il cortisolo è un ormone che il corpo rilascia in risposta allo stress. Avere troppo nel flusso sanguigno può causare o esacerbare l’ansia.

Per provare questo tipo di respirazione, le persone possono seguire i passaggi seguenti:

  1. Sdraiati sulla schiena e piega le ginocchia, mantenendo i piedi piatti sul pavimento.
  2. Metti una mano sulla parte superiore del torace e l’altra sullo stomaco, appena sotto la gabbia toracica.
  3. Fai un respiro lento e profondo attraverso il naso. Disegna il respiro verso lo stomaco. La mano sul petto dovrebbe rimanere ferma e la mano sullo stomaco dovrebbe alzarsi.
  4. Stringere i muscoli addominali e attirarli verso l’interno espirando lentamente. Tieni le labbra increspate mentre espiri. La mano sullo stomaco dovrebbe spostarsi verso il basso nella sua posizione originale.

Prova a praticare la respirazione diaframmatica per 10 minuti più volte al giorno.

Sommario

La maggior parte delle persone sperimenta occasionali attacchi di ansia, che una particolare situazione o evento innesca comunemente. Esistono varie tecniche di gestione dello stress per aiutare le persone a prevenire o ridurre l’ansia in queste situazioni.

A volte, l’ansia può intralciare la vita normale, il che può indicare che una persona ha un disturbo d’ansia.

Le persone che soffrono di ansia persistente o grave devono consultare un medico. Il medico sarà in grado di raccomandare trattamenti adeguati.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu