Gastrointestinale / Gastroenterologia

Cosa fare se qualcuno ha del cibo bloccato in gola

Avere del cibo bloccato in gola può essere scomodo e spaventoso. Tuttavia, essere in grado di riconoscere i segni di soffocamento e sapere cosa fare in caso di emergenza può aiutare a salvare la vita di una persona.

Il processo di deglutizione del cibo comporta una serie di movimenti muscolari involontari. Il più delle volte, questi movimenti muscolari impediscono al cibo di rimanere bloccato in gola.

Innanzitutto, la lingua spinge il cibo nella parte posteriore della gola. Questo è dove si trovano le aperture dell’esofago (tubo del cibo) e trachea. Mentre una persona deglutisce, un lembo di cartilagine chiamato epiglottide chiude la trachea. Ciò interrompe temporaneamente la respirazione e impedisce al cibo di entrare nelle vie respiratorie.

Allo stesso tempo, un muscolo chiamato sfintere esofageo superiore si rilassa, permettendo al cibo di spostarsi nell’esofago.

A volte, tuttavia, il cibo può rimanere bloccato nell’esofago, creando una sensazione spiacevole alla gola o al torace. Altre volte, l’epiglottide non si chiude sufficientemente durante la deglutizione, il che consente al cibo di entrare nelle vie respiratorie. Ciò può provocare soffocamento.

Entrambi i tipi di blocco possono causare dolore e disagio. Tuttavia, un blocco nella trachea può essere un’emergenza medica. Continua a leggere per sapere cosa fare se il cibo si blocca in gola.

Come sapere se si tratta di un’emergenza

Quando il cibo entra nella trachea, può bloccare parzialmente o completamente le vie respiratorie.

A volte, la tosse persistente o forte può rimuovere il cibo. Altre volte, un blocco che si verifica nella trachea o nella casella vocale può provocare soffocamento.

Il soffocamento si riferisce a difficoltà respiratorie derivanti da un’ostruzione acuta delle vie aeree. Una persona che soffoca non è in grado di inalare o espirare abbastanza aria per tossire.

I seguenti sintomi possono indicare che una persona sta soffocando:

  • tosse o bavaglio silenziosi
  • dispnea
  • stringendo la gola
  • l’incapacità di parlare o respirare
  • una tinta blu sulla pelle, chiamata cianosi

Una persona che non può parlare, tossire o respirare può richiedere la manovra di Heimlich. Questa procedura, nota anche come spinta addominale, prevede l’applicazione forzata della pressione sull’addome per rimuovere un blocco nella trachea.

La manovra di Heimlich

La manovra di Heimlich è richiesta solo in situazioni di emergenza. Una persona dovrebbe eseguire la manovra di Heimlich solo su qualcuno che sta soffocando.

La procedura non è adatta a bambini di età inferiore a 1 anno o alle donne nelle fasi avanzate della gravidanza. Queste persone possono richiedere diverse varianti della manovra.

L’American College of Emergency Physicians fornisce alcune istruzioni per eseguire la manovra di Heimlich. Prima di eseguirlo su qualcuno che è cosciente, una persona dovrebbe confermare che l’altra persona sta soffocando chiedendo “Stai soffocando?”

Procedere con la manovra solo se la persona annuisce sì e non riesce a parlare, tossire o respirare da sola.

Per eseguire la manovra di Heimlich:

  • Passo 1: Mettiti dietro la persona e raggiungi entrambe le braccia attorno alla vita.
  • Passo 2: Stringi un pugno e posizionalo in modo che sia sopra l’ombelico della persona e sotto la sua cassa toracica.
  • Passaggio 3: Stringi il pugno chiuso con l’altra mano.
  • Step 4: Spingi rapidamente il pugno chiuso all’indietro e verso l’alto sotto la cassa toracica. Fallo 6-10 volte in rapida successione.
  • Passaggio 5: Continuare a eseguire spinte addominali fino a quando l’ostruzione si stacca dalle vie aeree o fino all’arrivo dei servizi di emergenza.
  • Passaggio 6: Assicurarsi che la persona riceva cure mediche il più presto possibile, anche se ha smesso di soffocare.

Se la persona smette di respirare e non risponde, dovrebbe ricevere la rianimazione cardiopolmonare (RCP).

Una persona che è sola mentre soffoca può aver bisogno di eseguire la manovra di Heimlich su se stessa. Se è disponibile una sedia, possono appoggiarsi allo schienale della sedia durante l’esecuzione della manovra. Ciò dovrebbe aiutare a rimuovere i blocchi dalle vie aeree.

Rimozione di ostruzioni alimentari

A meno che una persona non soffra, il cibo bloccato in gola non è sempre una grave emergenza medica. Se la persona non sta soffocando, tossire forte può aiutare a rimuovere il cibo dalla gola.

A volte, l’ostruzione si verifica nell’esofago. Questo è chiamato impaction bolo alimentare (FBI). Sebbene a disagio, i professionisti medici non considerano un FBI esofageo un’emergenza medica tanto significativa quanto il soffocamento.

Le persone che hanno cibo bloccato nell’esofago possono provare i seguenti suggerimenti per aiutarlo a rimuoverlo:

  • Ingestione di liquidi o cibi morbidi: Questo può aiutare a lubrificare il cibo o spingerlo verso il basso.
  • Assunzione di compresse effervescenti: Queste compresse da banco causano la formazione di gas di anidride carbonica, che aiuta ad alleviare i blocchi alimentari spingendoli verso il basso.
  • Bere bevande gassate: Possono funzionare in modo simile alle compresse effervescenti.
  • Assunzione di simeticone: Questo farmaco aiuta a riunire le bolle di gas a una densità maggiore. Ciò provoca pressione nell’esofago che può aiutare a liberare i blocchi di cibo.

Cause e fattori di rischio per soffocamento

Nel 2015, oltre 5.000 persone sono morte per soffocamento.

Il soffocamento può colpire persone di qualsiasi età. Tuttavia, è più comune nei bambini di età compresa tra 0 e 3 anni e negli adulti di età superiore ai 60 anni.

Il soffocamento è la quarta causa principale di morte accidentale.

Soffocamento nei bambini

Il soffocamento è la principale causa di morte infantile e la quarta causa di morte tra i bambini in età prescolare.

I bambini di solito soffocano con cibo, monete, palloncini e piccoli giocattoli.

Soffocamento negli anziani

Le persone anziane producono meno saliva, il che rende difficile spostare il cibo nella parte posteriore della bocca durante la deglutizione.

Alcune condizioni più comuni in età avanzata possono anche aumentare il rischio di soffocamento. Esempi includono demenza e morbo di Parkinson.

Disfagia e soffocamento

Alcune persone sperimentano disfagia, che è il termine medico per difficoltà a deglutire. La disfagia può aumentare il rischio di soffocamento di una persona.

Alcuni disturbi muscolari e del sistema nervoso che colpiscono i nervi coinvolti nella deglutizione possono causare disfagia. Esempi di condizioni che possono causare disfagia includono:

  • ictus
  • ferita alla testa
  • paralisi cerebrale
  • morbo di Parkinson
  • demenza
  • sclerosi laterale amiotrofica

La disfagia può anche svilupparsi dopo aver subito una lesione all’esofago.

Quando vedere un dottore

Una persona dovrebbe fissare un appuntamento con il proprio medico se si verificano frequentemente una o più delle seguenti condizioni:

  • difficoltà a deglutire
  • cibo bloccato nella trachea
  • blocchi alimentari nell’esofago

I medici che trattano i disturbi della deglutizione usano test diagnostici per esaminare le diverse fasi del processo di deglutizione. Questi test possono includere:

  • Valutazione endoscopica flessibile della deglutizione con test sensoriali: Questa tecnica utilizza un endoscopio per visualizzare i meccanismi di deglutizione all’interno della bocca e della gola. I medici esaminano come i meccanismi rispondono a diversi stimoli, come cibo, liquidi e sbuffi d’aria.
  • Studio video sulla deglutizione fluoroscopica: Questo utilizza i raggi X in tempo reale di una persona mentre sta deglutendo. Questo aiuta i medici a identificare i problemi nelle diverse fasi del processo di deglutizione.

Sulla base dei risultati di questi test diagnostici, un medico può raccomandare alcune strategie per migliorare la sicurezza durante la deglutizione. Alcuni esempi includono:

  • apportare modifiche alle dimensioni e alla consistenza del cibo
  • apportare modifiche alla posizione della testa e del collo quando si mangia
  • tentare manovre comportamentali durante la deglutizione, come infilare il mento
  • tentando interventi medici o chirurgici

Suggerimenti per la prevenzione

I seguenti suggerimenti possono aiutare a prevenire lo sviluppo di ostruzioni alimentari nell’esofago e nella trachea:

  • mangiare piccoli bocconi di cibo
  • masticare il cibo lentamente e accuratamente prima di deglutire
  • non bere troppo alcool prima o durante i pasti
  • non mangiare cibo “in viaggio”

A differenza degli adulti, che soffocano principalmente con il cibo, i bambini possono anche soffocare con giocattoli o piccoli oggetti. I seguenti suggerimenti possono aiutare a prevenire il soffocamento nei bambini:

  • tenere piccoli oggetti fuori dalla portata dei bambini
  • sorvegliare i bambini quando mangiano o giocano
  • facendo in modo che i bambini si siedano in piedi per mangiare
  • tritare il cibo in piccoli pezzi prima di darlo ai bambini
  • incoraggiare i bambini a masticare il cibo lentamente e accuratamente

Inoltre, le persone dovrebbero evitare di dare i seguenti alimenti ai bambini di età inferiore ai 3-4 anni:

  • cibi piccoli e duri, come noci, frutta secca e caramelle dure
  • alimenti scivolosi, come uva, hot dog e grandi pezzi di carne
  • cibi appiccicosi, come taffy, caramelle gommose e marshmallow
  • burro di noci da un cucchiaio o un dito

Sommario

A volte possono svilupparsi ostruzioni alimentari nell’esofago o trachea. I blocchi alimentari nell’esofago non sono generalmente una grande emergenza medica.

Tuttavia, i blocchi di cibo nella trachea possono provocare soffocamento. Le persone che stanno soffocando richiedono un trattamento di emergenza.

La manovra di Heimlich, nota anche come spinta addominale, è un metodo di primo soccorso che le persone possono utilizzare per rimuovere i blocchi dalla trachea di una persona. Tuttavia, non è adatto all’uso su bambini di età inferiore a 1 anni e donne in gravidanza.

Le persone che hanno spesso problemi a deglutire dovrebbero consultare il proprio medico. Potrebbero essere in grado di diagnosticare la causa delle difficoltà di deglutizione. Possono anche offrire suggerimenti e tecniche per migliorare la sicurezza durante la deglutizione.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu