Dermatologia

Cosa fare con i brufoli sul mento

I brufoli sul mento sono generalmente il risultato di fluttuazioni ormonali che possono verificarsi durante la pubertà o il ciclo mestruale. Tuttavia, chiunque può avere brufoli sul mento a qualsiasi età.

Per i casi lievi, una persona può trattare i brufoli a casa usando prodotti da banco e cura di sé.

Per i casi più gravi, una persona potrebbe voler consultare un dermatologo per i prodotti di prescrizione o altri metodi di trattamento.

L’olio naturale sulla pelle può intrappolare sporco, detriti e batteri nei pori del viso, del collo e della schiena di una persona. Quando ciò si verifica, i pori diventano spesso rossi e infiammati, causando la formazione di brufoli.

Continua a leggere per ulteriori informazioni sui brufoli sul mento e su come sbarazzartene.

Le cause

I brufoli sul mento non sono diversi dai brufoli su altre parti del viso, del collo, del torace e della schiena.

L’olio intrappola la pelle morta o altri detriti e batteri in uno o più pori della pelle. Questo provoca la formazione di brufoli.

I brufoli sul mento sono molto comuni. Sono in genere il risultato di fluttuazioni degli ormoni. Questo è particolarmente vero per donne e adolescenti, poiché entrambi tendono a sperimentare fluttuazioni ormonali estreme.

Gli androgeni sono gli ormoni responsabili della stimolazione della creazione di sebo. Il sebo è l’olio responsabile dell’ostruzione dei pori e della creazione di brufoli. Poiché gli ormoni possono fluttuare durante l’età adulta, i brufoli sul mento possono andare e venire in qualsiasi momento.

I brufoli possono essere un lieve fastidio, ma non sono in genere pericolosi.

Tuttavia, come uno studio nel Journal of Clinical and Aesthetic Dermatology – che ha esaminato le femmine adulte con acne – osserva, i brufoli possono causare sintomi di depressione o ansia da lievi a moderati. Di conseguenza, possono influire sulla capacità di una persona di concentrarsi sul lavoro o sulla scuola.

Condizioni sottostanti

In alcuni casi, una persona potrebbe non avere i brufoli sul mento. Invece, possono avere una delle altre due condizioni che ricordano i brufoli: peli incarniti o rosacea.

I peli incarniti possono verificarsi a causa della rasatura. Di conseguenza, i maschi sono generalmente più sensibili ai peli incarniti sul mento rispetto alle femmine. Tuttavia, chiunque può sviluppare un pelo incarnito sul mento o altre parti del viso o del corpo.

Un pelo incarnito è un pelo che ricresce nella pelle anziché fuori da esso. In questo caso, i peli incarniti possono assomigliare a un brufolo e possono gonfiarsi o diventare rossi e dolorosi.

Scopri di più sui peli incarniti, includi come trattarli e prevenirli, qui.

La rosacea è una condizione comune della pelle. Fa diventare visibili i vasi sanguigni di una persona, con conseguente evidente arrossamento. In alcuni casi, la rosacea può causare la formazione di protuberanze piene di pus sulla pelle di una persona, che possono assomigliare a brufoli.

Scopri di più sulla rosacea qui.

trattamenti

Le persone possono iniziare il trattamento dei brufoli sul mento a casa.

Una persona dovrebbe usare prodotti che contengono acido salicilico o perossido di benzoile. Entrambi possono aiutare a seccare i brufoli di una persona in pochi giorni, anche se potrebbero volerci un paio di settimane.

Per trattare un focolaio locale di brufoli sul mento, una persona dovrebbe seguire questi passaggi generali:

  • Lavare la zona con un detergente delicato o contenente acido salicilico.
  • Applicare un impacco di ghiaccio sull’area per circa 5 minuti, per aiutare a ridurre il rossore.
  • Applicare una crema o unguento con perossido di benzoile.
  • Evita di raccogliere i brufoli o provare a farli scoppiare.

Se i brufoli sul mento non scompaiono o sono gravi, una persona potrebbe voler consultare un dermatologo.

Ulteriori trattamenti che possono raccomandare includono:

  • antibiotici orali, per uccidere i batteri intrappolati
  • isotretinoina, che è un farmaco che i medici prescrivono quando altri trattamenti non sono efficaci
  • creme, pomate o gel prescritti
  • terapia laser
  • estrazione, che comporta il drenaggio e quindi la rimozione di una grande cisti
  • bucce chimiche
  • pillole anticoncezionali, per aiutare a regolare gli ormoni che producono sebo

Prevenzione

Non è sempre possibile prevenire completamente lo sviluppo di brufoli sul mento. Tuttavia, ci sono diverse cose che una persona può fare per aiutare a prevenirle, tra cui:

  • lavando il mento e tutte le aree del viso con un sapone delicato due o più volte al giorno
  • evitando cibi grassi e cibi con zucchero in eccesso
  • minimizzare lo stress o altri fattori scatenanti dell’ormone
  • evitando di toccare eccessivamente il viso con le mani e le dita
  • usando regolarmente la crema solare senza olio
  • mantenere le lenzuola e le altre lenzuola pulite e lavate frequentemente
  • evitando prodotti per la pelle contenenti oli che possono ostruire i pori
  • tenendo i capelli lontani dal mento e pulendoli frequentemente

Per prevenire i peli incarniti, le persone che si radono dovrebbero:

  • usa una crema da barba idratante
  • usa un rasoio affilato
  • considerare di provare un processo di depilazione meno irritante

Una persona dovrebbe anche evitare determinati comportamenti per aiutare a trattare e prevenire la formazione di brufoli sul mento. Ad esempio, una persona dovrebbe cercare di non:

  • brufoli pop
  • dormire con il trucco
  • lasciare asciugare la pelle
  • cambiare trattamenti frequentemente
  • usare detergenti aggressivi e scrub

Sommario

I brufoli sul mento sono un evento comune che può accadere durante l’età adulta, specialmente nelle femmine.

Gli ormoni sono in genere responsabili di stimolare la produzione di olio extra sul mento, che può intrappolare le cellule della pelle o lo sporco e i batteri, causando la formazione di brufoli. Una persona può spesso prevenire lo sviluppo di brufoli praticando una buona igiene della pelle e cura di sé.

Se si formano brufoli, i trattamenti di solito iniziano con creme e unguenti topici. Tuttavia, nei casi più gravi, possono richiedere trattamenti più aggressivi da parte di un dermatologo.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu