Salute delle donne / Ginecologia

Cosa causa l'inizio e l'arresto di un periodo?

Alcune persone possono sperimentare periodi che iniziano come previsto, quindi si fermano e ricominciano. Le irregolarità occasionali nel ciclo mestruale non sono insolite e possono essere dovute a fattori dello stile di vita e fluttuazioni degli ormoni. In alcuni casi, i periodi irregolari possono essere un segno di squilibri ormonali o una condizione di salute di base.

Un periodo in genere dura 5 giorni ma può variare da 2 a 7 giorni. Il flusso mestruale di un individuo è di solito più pesante durante i primi 2 giorni del ciclo mestruale.

Continua a leggere per saperne di più sui periodi irregolari, cosa può causarli e quando consultare un medico.

Cosa significa?

Il ciclo mestruale è in genere di 28 giorni ma può variare tra 21–35 giorni. Un ciclo mestruale irregolare è uno che è più breve o più lungo del solito o comporta un flusso più leggero o più pesante.

Le irregolarità mestruali possono anche comportare un leggero sanguinamento o “spotting” tra i periodi.

I periodi irregolari sono comuni, con il 14-25% delle persone che soffre di cicli mestruali irregolari. Possono anche manifestare sintomi spiacevoli, come crampi mestruali.

Perché potrebbe succedere?

Ogni persona avrà un ciclo mestruale leggermente diverso e periodo. Lievi variazioni di flusso, durata e sintomi di solito non sono nulla di cui preoccuparsi.

Il sangue mestruale è costituito da sangue e tessuti dal rivestimento dell’utero. Questo rivestimento è l’endometrio.

Il ruolo dell’endometrio è quello di ricevere e nutrire un uovo fecondato. Man mano che il ciclo della persona avanza, l’endometrio diventa più spesso. Se un uovo non viene fecondato, l’endometrio si allontana. Il sangue e i tessuti mestruali passano quindi attraverso la cervice e fuori dalla vagina.

A volte, il tessuto mestruale può bloccare la cervice, impedendo o limitando l’uscita di sangue dal tessuto e dei tessuti. Questo blocco può creare una pausa nel periodo di una persona. Una volta eliminato il blocco, il periodo riprenderà normalmente.

I periodi possono anche cambiare di mese in mese a causa di:

  • stress
  • oltre l’esercizio
  • prendendo alcuni farmaci
  • stare male
  • cattiva alimentazione
  • improvvisi cambiamenti di peso
  • essere sottopeso
  • usando il controllo delle nascite ormonale

Cambiamenti nei livelli ormonali

I livelli ormonali cambiano durante un periodo e questo può influenzare il flusso mestruale.

All’inizio di un periodo, i livelli di ormoni estrogeni e progesterone diminuiscono. Questo fornisce un segnale per l’endometrio per iniziare a spargere e per iniziare il periodo.

Verso la fine del periodo, i livelli di estrogeni iniziano a salire di nuovo. L’aumento dei livelli di estrogeni provoca l’ispessimento del tessuto mestruale. Questo cambiamento ormonale può influenzare il flusso mestruale.

Condizioni che possono causare periodi irregolari

Alcune condizioni mediche possono causare squilibri ormonali che possono interrompere o interferire con le mestruazioni. Le seguenti condizioni possono comportare periodi irregolari:

Sindrome delle ovaie policistiche

La sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) è uno squilibrio degli ormoni che colpisce le ovaie e l’ovulazione.

La causa esatta di PCOS non è nota. Tuttavia, alti livelli di ormoni maschili come androgeni e testosterone possono svolgere un ruolo.

Le femmine che hanno la PCOS possono sperimentare un ciclo mestruale irregolare. Potrebbero anche perdere punti o scoprire che i loro periodi si fermano del tutto.

Altri sintomi di PCOS includono:

  • acne, che può essere sul viso, sulla schiena o sul torace
  • diradamento dei capelli, perdita di capelli o calvizie
  • eccesso di peli sul viso
  • aumento di peso
  • difficoltà a perdere peso
  • zone più scure della pelle intorno al collo, all’inguine e sotto il seno
  • etichette della pelle intorno alle ascelle o al collo

I fattori dello stile di vita possono aiutare una persona a gestire la PCOS e bilanciare i livelli ormonali. Esempi inclusi:

  • perdere peso in eccesso
  • mangiare una dieta sana
  • fare esercizio fisico regolare

Alcuni farmaci possono anche aiutare a bilanciare i livelli ormonali e ridurre i sintomi della PCOS.

Endometriosi

L’endometriosi si verifica quando l’endometrio cresce al di fuori dell’utero.

L’endometriosi può influire sul flusso mestruale e può causare sintomi dolorosi durante i periodi. Una persona può anche sperimentare l’individuazione tra i periodi.

L’endometriosi può verificarsi a seguito del passaggio del tessuto mestruale attraverso la tuba di Falloppio e in altre parti del corpo. Altre cause possono includere:

  • genetica
  • alti livelli di estrogeni
  • problemi con il sistema immunitario

I sintomi dell’endometriosi possono includere:

  • mal di stomaco
  • dolore nella zona lombare e pelvica
  • sesso doloroso
  • minzione dolorosa durante le mestruazioni
  • movimenti intestinali dolorosi durante le mestruazioni
  • infertilità

I farmaci antidolorifici da banco (OTC) possono aiutare ad alleviare i sintomi lievi dell’endometriosi. Il controllo delle nascite ormonale può aiutare a gestire i sintomi.

Altri tipi di farmaci ormonali possono essere necessari per le persone che stanno cercando di rimanere incinta.

Nei casi più gravi, una persona può richiedere un intervento chirurgico per curare la loro endometriosi.

Quando vedere un dottore

I periodi irregolari occasionali sono comuni, in particolare per gli adolescenti che hanno recentemente avuto il loro primo periodo.

Alcuni fattori dello stile di vita, come lo stress, la dieta e l’esercizio fisico, possono anche influenzare il ciclo mestruale di una persona.

Le persone dovrebbero consultare il proprio medico o ginecologo se notano una delle seguenti condizioni:

  • il loro periodo dura spesso più di 8 giorni o meno di 2 giorni
  • non hanno il ciclo mestruale da 3 mesi, nonostante non siano in gravidanza
  • i loro periodi sono distanti meno di 21 giorni o più di 35 giorni di distanza

Le persone dovrebbero anche consultare un medico se manifestano uno dei seguenti sintomi:

  • crampi gravi o altri dolori durante un periodo
  • sanguinamento tra i periodi
  • sanguinamento molto più pesante del solito o sanguinamento eccessivo che necessita di un cambio di prodotti sanitari ogni ora
  • periodi molto più leggeri del solito
  • sensazione di vertigini, vertigini o nausea durante un periodo
  • malattia o febbre quando si utilizza un tampone
  • gravi sintomi premestruali, come depressione o ansia
  • eventuali problemi mestruali che impediscono alle persone di continuare le loro normali attività

Può essere utile per una persona tenere traccia del proprio ciclo mestruale e di tutti i sintomi che manifestano. Possono quindi trasmettere queste informazioni per informare la diagnosi del medico.

Un medico può richiedere esami del sangue per controllare i livelli ormonali e può anche eseguire un esame pelvico. Se il medico sospetta una condizione di salute di base, può anche richiedere una ecografia delle ovaie.

Sommario

I periodi irregolari non sono sempre motivo di preoccupazione. I periodi che si fermano e il riavvio sono spesso il risultato di normali fluttuazioni ormonali durante le mestruazioni.

Una persona dovrebbe consultare un medico o un ginecologo se queste irregolarità si verificano con ogni periodo o se manifestano altri sintomi. Un medico può controllare i livelli ormonali e può eseguire altri test diagnostici per determinare la causa di periodi irregolari.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu