Medicina d'emergenza

Cos'è il trauma al seno?

Lesioni al seno traumatiche possono essere il risultato di tutto ciò che provoca danni al tessuto mammario. La maggior parte delle lesioni al seno traumatiche non causa effetti collaterali significativi, ma rare complicanze possono includere sanguinamento grave. Nessuna ricerca suggerisce che il danno al seno possa causare il cancro.

Il sintomo più immediato di una lesione al seno traumatica è il dolore. Una lesione traumatica al seno può causare dolore dall'impatto, seguito da lividi che possono causare dolore e disagio.

È inoltre possibile sperimentare effetti collaterali in aggiunta al sanguinamento, come i grumi del seno causati dalla ferita o dal processo di guarigione. Questi grumi possono inizialmente essere preoccupanti, ma non causano il cancro.

Quali sono le cause della lesione al traumatico al seno?

Una frequente causa di trauma cranico è un incidente automobilistico. Se una persona indossava una cintura di sicurezza, la forza della collisione a volte poteva causare un trauma significativo al petto.

Se una persona sta cavalcando sul sedile anteriore e l'airbag si apre, possono subire traumi al torace, a seguito del colpo dalla borsa. Le persone possono anche colpire il petto contro il volante, il cruscotto o il sedile anteriore quando non ci sono airbag.

Gli infortuni sono possibili da dispositivi di ritenuta e di sicurezza, come le cinture di sicurezza e gli airbag, ma le lesioni sono in genere meno gravi rispetto al caso in cui questi dispositivi non fossero installati.

Altre possibili cause includono assalto, caduta o infortunio sportivo.

Effetti collaterali al seno

Il trauma al seno ha il potenziale di causare gravi effetti collaterali a causa delle strutture circostanti all'interno del seno che possono essere ferite.

Gli esempi includono lesioni del flusso sanguigno al seno, come i rami dell'arteria mammaria interna e dell'arteria ascellare che fornisce il flusso di sangue al tessuto mammario.

La lesione al maggior apporto di sangue al seno può causare gonfiore e significativa perdita di sangue fino al ricevimento del trattamento. Più comunemente, le arterie superficiali più piccole e le vene vengono ferite, causando lesioni più localizzate e sanguinamento e lividi meno gravi.

Alcune persone possono subire lacerazioni o lesioni dirette ai dotti mammari, che potrebbero influire sul flusso futuro o attuale del latte materno. Queste sono rare, ma potenziali, complicanze associate al trauma al seno.

Sintomi

La maggior parte delle lesioni al seno traumatiche non provocheranno gravi effetti collaterali. Ma è possibile che alcune persone possano sperimentare gravi complicazioni, come un'emorragia eccessiva a causa di un grave danno ai vasi sanguigni.

I sintomi di sanguinamento grave possono includere:

  • sentirsi svenire
  • bassa pressione sanguigna
  • battito cardiaco accelerato
  • shock dovuto alla perdita di sangue

Questi sintomi richiedono un trattamento di emergenza e un intervento chirurgico per assicurare che la perdita di sangue dovuta alla lesione venga interrotta.

Una lesione al seno può provocare il cancro?

È un malinteso comune che una lesione al seno possa causare il cancro. Non esiste alcuna ricerca disponibile che indichi un collegamento tra lesioni al seno e cancro.

Alcune persone potrebbero credere che una lesione al seno potrebbe portare al cancro perché le lesioni al seno possono causare un nodulo a sviluppare dopo una ferita. Ma un nodulo potrebbe essere dovuto a quella che viene chiamata necrosi grassa.

La necrosi di grasso è la cicatrizzazione di tessuto adiposo morto o danneggiato nel seno che può causare un nodulo. Secondo l'American Cancer Society, la necrosi del grasso "non aumenta il rischio di cancro al seno di una donna".

Un nodulo al seno dopo un infortunio può anche essere dovuto a un livido profondo noto come ematoma.

Rischi e complicazioni

Ci sono diverse potenziali complicanze di una lesione al seno traumatico:

Necrosi grassa

La necrosi dei grassi è una complicanza comune che può verificarsi dopo una lesione al seno.

La necrosi grassa si verifica quando il corpo sostituisce il tessuto grasso danneggiato con tessuto cicatriziale che si forma come zone dure e simili a grumi nel seno.

Ciste d'olio

Un'altra complicazione della lesione al seno traumatica è una cisti oleosa.

Una cisti oleosa è quando le cellule del seno rilasciano una sostanza grassa quando le cellule grasse muoiono, il che crea una collezione di cellule conosciute come cisti dell'olio.

Le cisti dell'olio sono grumi che possono essere contusi, rossi o di consistenza densa. Sia le cisti dell'olio che la necrosi dei grassi possono causare grumi.

Ematoma

Gli ematomi sono un'altra possibile complicanza e possono verificarsi in qualsiasi parte del corpo dopo una lesione, compreso il seno. Gli ematomi si sviluppano quando i vasi sanguigni più profondi si feriscono e sanguinano nel tessuto circostante.

Questa raccolta di sangue può essere ferma e creare un nodulo. Gli ematomi spesso provocano anche lividi significativi che appaiono sulla superficie della pelle.

Trattare le complicazioni

Un medico può avere difficoltà a dire la differenza tra tumori al seno che sono cancerogeni e grumi a causa degli effetti collaterali del trauma al seno.

Il primo passo per valutare qualsiasi nodulo al seno è una ecografia, mammografia, tomografia computerizzata o risonanza magnetica.

Un medico può anche raccomandare una biopsia del tessuto nel seno se le immagini non forniscono sufficienti informazioni sul nodulo. La biopsia consente uno sguardo più attento al tessuto mammario per garantire che le cellule non siano cancerose.

Mentre la necrosi grassa o le cisti dell'olio possono essere una complicazione della lesione, di solito non richiedono un trattamento. Lividi e gonfiori dovuti a necrosi di grasso o cisti d'olio dovrebbero risolversi con il tempo. Gli ematomi che continuano a sanguinare possono richiedere procedure di drenaggio o interventi chirurgici per il trattamento.

Ci sono rimedi casalinghi per lesioni al seno?

Riposo e tempo sono due dei migliori guaritori dopo un infortunio al seno.

Altri suggerimenti che una persona può seguire a casa per recuperare da una ferita al seno includono:

  • Applicazione di impacchi di ghiaccio coperti di tessuto al seno per 10-15 minuti alla volta per i primi 1-2 giorni dopo l'infortunio. Questo può aiutare a ridurre gonfiore e disagio.
  • Applicazione di calore umido alle aree di ematoma. Le persone possono provare a mettere una salvietta in acqua tiepida (non bollente) e applicarla alle parti del seno lesionate. In alternativa, possono provare a stare sotto una doccia calda.
  • Prendere antidolorifici antinfiammatori over-the-counter (OTC), come l'ibuprofene o il naprossene. Anche l'acetaminofene può essere d'aiuto. Se una persona non riesce a gestire il proprio dolore con farmaci da banco, deve parlare con il proprio medico perché un aumento del dolore potrebbe essere dovuto a un danno più grave.
  • Indossare un comodo reggiseno che riduce al minimo il movimento del seno non è eccessivamente restrittivo. Reggiseni sportivi che hanno supporto ma senza ferretto possono essere una buona opzione.

Le persone possono parlare con un medico per rimuovere le cisti se un'area di necrosi grassa o di ciste dell'olio continua a causare dolore e disagio.

Quando vedere un dottore

Anche se molte persone possono sperimentare un nodulo al seno, a seguito di un infortunio, questo non significa che dovrebbero ignorare un nuovo nodulo. Se qualcuno identifica un nodulo al seno, dovrebbe vedere un medico per farlo valutare.

Le persone dovrebbero anche vedere un medico se si verificano altri sintomi, tra cui:

  • dolore al seno che peggiora invece di migliorare con il tempo
  • alterazioni della pelle sopra il seno, come ispessimento, desquamazione, prurito o arrossamento
  • sanguinamento o scarico dal capezzolo
  • segni di infezione, come febbre, arrossamento e calore del seno, o drenaggio da una ferita al seno
  • gonfiore del seno che non diminuisce

Le persone possono chiedere al loro medico quando devono aspettarsi che i sintomi si risolvano e per eventuali raccomandazioni per ulteriori trattamenti correlati alla lesione.

Porta via

La lesione traumatica della mammella può essere un evento doloroso che può provocare effetti collaterali, come lividi al seno e cisti. Ma questi sintomi non sono cancerosi.

Con l'assistenza domiciliare e il riposo, le persone possono di solito riprendersi da un trauma al seno con complicazioni minime.

Questo post è stato utile per te?

+7

Ti potrebbe interessare

Menu