Come le onde cerebrali consentono il pensiero creativo

La creatività spesso significa prendere la strada meno battuta. Una nuova ricerca identifica il meccanismo neurale che ci consente di creare associazioni inaspettate e idee originali.

I tentativi degli scienziati di decifrare i processi neurologici che spiegano la creatività hanno recentemente azzerato le cosiddette onde alfa del cervello.

Le onde alfa sono forti quando la corteccia visiva del cervello sta riposando. Ad esempio, quando una persona è rilassata e chiude gli occhi, l'attività delle onde alfa è più alta. Quando aprono gli occhi, questo attenua l'attività alfa.

Più recentemente, gli scienziati hanno ipotizzato che le onde alfa potrebbero servire a inibire determinate aree corticali quando queste non sono necessarie. Alcuni ricercatori hanno persino suggerito che esiste un'associazione tra la forza di queste onde e la creatività.

Una nuova ricerca fornisce ulteriori dettagli sul ruolo delle onde cerebrali alfa nel processo creativo. Caroline Di Bernardi Luft, Ph.D., della Queen Mary University di Londra nel Regno Unito, ha guidato una squadra alla scoperta che l'attività delle onde cerebrali alfa superiore è correlata alla capacità delle persone di elaborare idee meno ovvie o ben note.

Luft e colleghi hanno pubblicato i loro risultati negli atti della rivista National Academy of Sciences.

Le onde alfa generano associazioni insolite

I ricercatori hanno usato la corrente elettrica per stimolare la parte temporale destra del cervello alla frequenza alfa mentre i partecipanti si sono impegnati in una serie di compiti creativi.

Per stimolare il cervello, i ricercatori hanno usato una procedura non invasiva chiamata stimolazione cerebrale transcranica alternata (TACS).

Utilizzando un elettroencefalogramma (EEG), i ricercatori hanno monitorato l'effetto che il TAC aveva su diverse onde cerebrali. I compiti che i partecipanti hanno preso parte alle associazioni di parole coinvolte.

Quando ha bisogno di trovare parole che si collegano l'una con l'altra, il cervello inizia tipicamente con associazioni più forti o più comuni e si sposta gradualmente verso quelle meno familiari.

Ad esempio, se iniziamo con la parola "gatto", potremmo inizialmente associarlo a parole come "cane", "animale" e "animale domestico", prima di passare gradualmente a concetti più remoti, come "umano", " persone "e" famiglia ".

Gli autori del nuovo studio hanno applicato le scoperte della ricerca precedente e preso le associazioni remote per essere un indicatore della creatività.

Quando i partecipanti avevano livelli più alti di onde cerebrali alfa nella loro area temporale destra del cervello, ottenevano associazioni più remote e meno prevedibili.

Il coautore dello studio, Joydeep Bhattacharya, professore presso Goldsmiths, Università di Londra, commenta i risultati. Dice: "Due strade divergevano in un bosco, ho preso quella meno percorsa. E questo ha fatto la differenza", ha scritto Robert Frost nel suo famoso poema.

"Prendere una strada meno percorsa è necessario per pensare in modo creativo, e le nostre scoperte forniscono alcune prove su come questo viene fatto nel nostro cervello".

Il ricercatore principale dello studio commenta anche come le scoperte illuminano la natura della creatività e come le onde alfa cerebrali aiutano a inibire i modi di pensare abituali in favore di quelli inaspettati e più ingegnosi.

"Se abbiamo bisogno di generare usi alternativi di un vetro, per prima cosa dobbiamo inibire la nostra esperienza passata che ci porta a pensare a un bicchiere come un contenitore.La novità del nostro studio è dimostrare che le oscillazioni alfa temporali giuste sono un meccanismo neurale chiave per ignorare questi associazioni ovvie. "

Caroline Di Bernardi Luft

"Per comprendere i processi alla base della produzione di idee nuove e adeguate", continua Luft, "abbiamo bisogno di scomporre i suoi processi costituenti, prima di analizzare la creatività il più possibile, e poi analizzarli nel contesto, prima di rimetterli indietro insieme per capire il processo nel suo complesso. "

Questo post è stato utile per te?