Come identificare e trattare le vesciche infette

Le vesciche sono irritazioni cutanee dolorose che si verificano a causa dell’attrito. Se scoppia una vescica, i batteri possono entrare nella ferita e causare un’infezione della pelle.

Alcuni tipi di vesciche si sviluppano quando la pelle si sfrega contro altre parti del corpo o degli indumenti. Sembrano una piccola tasca di pelle sollevata contenente un liquido trasparente.

Le vesciche possono svilupparsi in qualsiasi parte del corpo ma possono essere più comuni sui piedi. Scarpe strette o male aderenti che sfregano i talloni o le dita dei piedi per un lungo periodo possono causare vesciche.

In questo articolo, spieghiamo come identificare e trattare le vesciche infette, discutere le loro possibili complicanze e fornire suggerimenti per accelerare il processo di guarigione.

Come sapere se un blister è infetto

Molte vesciche guariranno da sole. Di solito, il liquido defluisce durante i primi giorni. Il “tetto” del blister proteggerà l’area mentre sotto si forma un nuovo strato di pelle. Alla fine, la pelle con vesciche si staccerà. L’intero processo di guarigione tende a richiedere 1-2 settimane.

Quando una vescica si apre, i germi possono entrare nella ferita e causare un’infezione della pelle. Le vesciche possono rompersi se incontrano un attrito continuo o se qualcuno fa scoppiare o drenare la vescica.

I sintomi che indicano l’infezione di un blister includono:

  • peggioramento del rossore attorno alla vescica, anche se questo potrebbe non essere evidente nelle persone con pelle più scura
  • dolore che peggiora piuttosto che migliorare nel tempo
  • gonfiore che peggiora anziché migliorare nel tempo
  • il fluido diventa torbido o simile al pus
  • croste giallastre sulla zona
  • tenerezza nella zona

Trattamenti e pronto soccorso

Le persone di solito possono curare le vesciche a casa. La cosa più importante è mantenere l’area pulita e asciutta.

Per ridurre al minimo il disagio ed evitare di peggiorare la vescica, le persone possono usare una medicazione morbida o un cuscinetto per proteggere le vesciche su aree che potrebbero sfregare, come la pianta dei piedi. Possono tagliare il cuscinetto in un cerchio con un foro nel mezzo, fissarlo attorno al blister e quindi applicare la benda sulla parte superiore.

Per prevenire l’infezione, è meglio evitare di scoppiare o drenare una vescica, ove possibile. Tuttavia, se una vescica è molto grande o dolorosa, una persona potrebbe aver bisogno di drenarla.

Secondo l’American Academy of Dermatology, per drenare correttamente una bolla, una persona dovrebbe seguire i passaggi seguenti:

  1. Usa alcool per sterilizzare un ago piccolo.
  2. Forare delicatamente un bordo del blister per far defluire parte del fluido.
  3. Lavare la zona con acqua e sapone, facendo attenzione a non rimuovere la parte superiore del blister, poiché lasciarlo acceso proteggerà la pelle sottostante.
  4. Coprire liberamente con una benda, sollevando leggermente la medicazione nel mezzo per dare alla vescica lo spazio per muoversi.

È importante notare che la sterilizzazione dell’ago con alcool non garantisce che l’area non venga infettata. Le persone che sono inclini alle infezioni, come quelle che possono verificarsi nel diabete, potrebbero voler visitare un dermatologo, che può drenare il blister usando strumenti più sterili.

Se un blister viene infettato, la persona dovrà parlare con un medico. Il medico prescriverà di solito compresse antibiotiche o un unguento o crema topici per aiutare il corpo a combattere i batteri che causano l’infezione.

Le persone possono anche usare bende blister per proteggere la pelle e potenzialmente accelerare la guarigione. Molte varietà e dimensioni sono disponibili nelle farmacie, nei supermercati e online. Se una persona sospetta un’infezione della pelle, dovrebbe evitare di usare i blister a meno che un medico non li raccomandi.

Possibili complicazioni

Notare e curare l’infezione precoce di solito previene le complicanze. Senza trattamento, l’infezione può potenzialmente coinvolgere più aree della pelle o entrare nel flusso sanguigno.

Questa diffusione può portare a gravi condizioni di salute, come:

Cellulite

La cellulite è un’infezione cutanea comune che può essere grave.

Succede quando i germi entrano negli strati profondi della pelle e colpiscono il tessuto sottostante. Le persone possono anche sviluppare febbre e vesciche sulla superficie dell’area infetta.

La pelle arrossata o gonfia che si sente calda o tenera è il primo segno di cellulite. Se una persona non riceve un trattamento, l’infezione può diffondersi nel flusso sanguigno.

Chiunque sia preoccupato di avere la cellulite dovrebbe parlare con un medico il prima possibile.

batteriemia

La batteriemia si riferisce ai batteri nel sangue. Succede quando un’infezione in una parte del corpo si diffonde nel flusso sanguigno.

Sepsi

La sepsi si verifica quando il corpo reagisce troppo fortemente ai germi mentre si diffondono nel sangue.

Il corpo utilizza l’infiammazione come parte del suo sistema di difesa naturale. Mentre funziona per combattere i germi nel sangue, l’infiammazione e i conseguenti cambiamenti nel flusso sanguigno causano disfunzione d’organo potenzialmente letale.

A volte, la sepsi può portare a shock settico. In questa situazione, la persona richiede determinati farmaci per mantenere la pressione sanguigna a un livello sicuro.

Segni e sintomi che un’infezione si è diffusa nel sangue possono includere:

  • febbre
  • temperatura corporea molto bassa con brividi e tremori violenti
  • cambiamenti nello stato mentale, come confusione o riduzione della consapevolezza
  • un battito cardiaco veloce
  • urinare molto poco
  • difficoltà respiratorie
  • debolezza
  • vertigini

Chiunque manifesti questi sintomi dovrebbe consultare immediatamente un medico.

Diabete e vesciche

Le persone con diabete dovrebbero prestare particolare attenzione alle vesciche in piedi perché alcune persone che hanno avuto la condizione per lungo tempo non sono in grado di provare dolore in questa parte del corpo. Di conseguenza, una vescica può passare inosservata, aumentando le probabilità che si infetti o passi all’ulcera.

Le persone con diabete insulino-dipendente hanno un rischio maggiore di sviluppare un’ulcera del piede.

Le persone con malattie renali, oculari e cardiache correlate al diabete, così come coloro che fumano o bevono alcolici, possono anche avere maggiori probabilità di sviluppare un’ulcera del piede.

Suggerimenti per curare le vesciche

Le persone dovrebbero mantenere le vesciche pulite e asciutte durante il periodo di guarigione. Per mantenere pulita l’area, possono usare acqua e sapone e quindi coprirla con una benda sciolta.

Se il blister esplode, possono mettere Vaselina nell’area e coprirla con un cerotto ogni giorno fino a quando non guarisce. Come per le vesciche non infette, le persone possono usare l’imbottitura per proteggere le piaghe sulla pianta dei piedi.

Se possibile, è meglio evitare di esercitare pressione sulla zona. Se le scarpe strette hanno causato il blister, ad esempio, una persona dovrebbe evitare di indossarle fino a quando il processo di guarigione non è terminato.

Gli antibiotici topici da banco, come la neosporina, non sono adatti in quanto vi è un piccolo rischio che possano causare un’eruzione cutanea chiamata dermatite allergica da contatto in alcuni individui.

Sommario

Le vesciche sono comuni, soprattutto sui piedi. La pressione o l’attrito, potenzialmente dovuti all’uso di scarpe strette o scarsamente aderenti, possono spesso causarle. Sembrano piccole tasche di pelle piene di liquido.

Le vesciche di solito guariscono da sole per 1-2 settimane. Le vesciche possono essere infettate se la pelle sopra la vescica si rompe, consentendo ai germi di penetrare. Se una persona scarica il blister o esplode, ciò può rendere più probabile l’infezione.

Senza trattamento, le infezioni possono viaggiare intorno al corpo sulla pelle o nel flusso sanguigno, il che può portare a condizioni di salute potenzialmente pericolose, come cellulite o sepsi.

Chiunque pensi di avere un blister infetto dovrebbe parlare con un medico.

Questo post è stato utile per te?