Alcol / Dipendenza

Come fa un medico a diagnosticare la dipendenza?

La dipendenza è una condizione cronica difficile da diagnosticare e trattare. Mentre i segnali possono essere chiari, la diagnosi si basa innanzitutto sulla persona con una dipendenza o persone vicine a loro che riconoscono e vogliono affrontare il problema.

La diagnosi di dipendenza ha causato polemiche nelle precedenti edizioni del Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM). La nuova edizione ha combinato l'abuso di sostanze e la dipendenza in una nuova categoria, il disturbo da uso di sostanze.

DSM-V è stata la prima edizione a includere la dipendenza dal gioco nella definizione, poiché il comportamento innesca circuiti di ricompensa simili.

Il processo diagnostico

Il primo passo nella diagnosi si basa su un amico, un membro della famiglia o sulla persona con la dipendenza che riconosce di aver bisogno di un trattamento.

Questo può spesso essere il passo più difficile e talvolta può comportare un intervento personale o di gruppo se un individuo con disturbo da uso di sostanze non è consapevole della portata del problema.

La persona con sospetto disturbo da uso di sostanze viene visitata da un medico di famiglia o da un medico di base, che può quindi indirizzarli a uno specialista in dipendenza o riabilitazione.

Il medico farà domande sulla frequenza di utilizzo, sulla menomazione della vita quotidiana e sul fatto che l'uso di una sostanza sia in aumento e in che modo il modello di utilizzo influenzi importanti aree sociali, lavorative, educative o di altro tipo.

Chiederanno anche dei sintomi da astinenza che potrebbero essersi verificati nei momenti in cui la persona ha tentato di diminuire o interrompere l'uso.

Il medico completerà un esame fisico e svolgerà alcune analisi del sangue per valutare la salute generale. Questo aiuta a determinare se è necessario un trattamento medico.

criteri

Il DSM-5 separa il disturbo da uso di sostanze in nove diverse categorie:

  • disturbi legati all'alcol
  • disturbi legati alla caffeina
  • disordini correlati alla cannabis
  • Disturbi correlati allucinogeno
  • disturbi correlati agli inalanti
  • disturbi da oppioidi
  • disturbi sedativi, ipnotici o ansiolitici
  • disturbi legati allo stimolante
  • disturbi legati al tabacco
  • altri, o sconosciuti, disturbi legati alla sostanza
  • disturbi non connessi alla sostanza

Il DSM-V elenca i vari criteri per ciascuna di queste categorie e molte dipendenze hanno diversi sintomi di astinenza che si verificano quando un individuo non ha accesso alla sostanza.

Per ricevere una diagnosi di disturbo da uso di sostanze, una persona deve dimostrare due dei seguenti criteri entro un periodo di 12 mesi:

  • consumare regolarmente quantità maggiori di una sostanza rispetto al previsto o per un periodo di tempo più lungo del previsto
  • spesso tentando o esprimendo il desiderio di moderare l'assunzione di una sostanza senza ridurre il consumo
  • trascorrere lunghi periodi cercando di impossessarsi di una sostanza, usarla o recuperarla dall'uso
  • brama la sostanza, o esprime un forte desiderio di usarla
  • non adempiere agli obblighi professionali, educativi e familiari
  • utilizzando regolarmente una sostanza nonostante eventuali problemi sociali, emotivi o personali potrebbe causare o peggiorare
  • rinunciare a passatempi, passioni o attività sociali a seguito dell'uso di sostanze
  • consumo della sostanza in luoghi o situazioni che potrebbero causare lesioni fisiche
  • continuare a consumare una sostanza nonostante sia consapevole di qualsiasi danno fisico o psicologico che possa aver causato
  • maggiore tolleranza, nel senso che una persona deve consumare più della sostanza per raggiungere l'intossicazione
  • sintomi da astinenza o una risposta fisica a non consumare la sostanza che è diversa per sostanze diverse, ma potrebbero includere sudorazione, agitazione e nausea

Il numero di criteri dimostrati da una persona definisce la gravità della dipendenza. Se una persona soddisfa regolarmente due dei tre di questi criteri, il DSM avverte di avere un disturbo lieve nell'uso di sostanze.

Una persona con quattro o cinque di questi criteri avrebbe un disturbo moderato da uso di sostanze. Sei criteri indicherebbero una grave dipendenza.

Mentre emergono nuove prove riguardo ai disturbi da dipendenza, i ricercatori cercano di determinare se possono sviluppare criteri diagnostici affidabili.

Alcuni disturbi di dipendenza appaiono nella Classificazione Internazionale delle Malattie, Decima Edizione (ICD-10), come la dipendenza dal sesso, che le classi ICD-10 sotto la categoria di "altre disfunzioni sessuali non dovute a una sostanza o condizione fisiologica nota".

Il DSM-5, tuttavia, non riconosce la dipendenza dal sesso come una diagnosi.

Uno studio del 2016 suggerisce che la dipendenza da smartphone è una condizione di sviluppo e si adatta ai criteri della dipendenza.

Il concetto di dipendenza da videogiochi e la validità del fenomeno come condizione diagnosticabile è attualmente controverso, poiché coinvolge lo stesso circuito cerebrale di altre dipendenze. In alcune parti dell'Asia orientale esistono già cliniche per il trattamento della dipendenza da gioco.

Tuttavia, al momento non esiste un gruppo di criteri accettato nel DSM-5.

Porta via

Il DSM-V usa una categoria chiamata "disturbo da uso di sostanze" per raggruppare i disturbi da dipendenza.

Diagnosticare il disturbo da uso di sostanze comporta un primo passo importante da parte della persona con la condizione o di qualcuno vicino a loro: Riconoscendo e accettando il fatto che esiste un problema di salute. La persona con deve prima desidera aiuto, altrimenti è improbabile che il trattamento abbia un effetto duraturo.

Un medico chiederà dei modelli di utilizzo per determinare se una persona soddisfa i criteri per la dipendenza. Valuteranno anche l'impatto di eventuali danni fisici già presenti a seguito del disturbo.

Per soddisfare i criteri, una persona deve mostrare due o più segni di dipendenza nei precedenti 12 mesi, compreso il consumo di quantità sempre più grandi, l'uso continuato nonostante gravi conseguenze e un interesse ridotto nelle attività e nella socializzazione.

Una persona che si adatta a un numero elevato di criteri ha un grave disturbo da uso di sostanze.

Il medico riferirà quindi l'individuo per cure specialistiche.

D:

Quali segni posso raccogliere per identificare un amico o un familiare come se avesse una dipendenza?

UN:

Questo dipende dal disturbo da dipendenza. Ad esempio, con il disturbo da abuso di alcol, potresti notare che il tuo amico o familiare usa sempre più alcol con il passare del tempo. Potresti notare che la maggior parte delle loro attività nel tempo libero sono incentrate sull'uso di alcol.

Potresti vedere che la persona ha problemi ad adempiere obblighi importanti, come presentarsi per lavoro in orario o scuola mancante.

Possono anche rinunciare o ridurre significativamente la loro partecipazione ad attività ricreative o sociali che un tempo godevano a favore del bere. L'individuo in questione potrebbe avere problemi con le relazioni.

Se noti questi segni, prova a connetterli con il supporto.

Timothy J. Legg, PhD, CRNP Le risposte rappresentano le opinioni dei nostri esperti medici. Tutto il contenuto è strettamente informativo e non dovrebbe essere considerato un consiglio medico.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu