Ictus

Colpo: lo stile di vita può cambiare il rischio genetico?

Gli ictus si verificano quando un'ostruzione limita l'afflusso di sangue al cervello e quindi il cervello non riceve abbastanza ossigeno. Il patrimonio genetico di una persona e il suo stile di vita influenzano entrambi il rischio di ictus, ma quale è più importante?

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), ogni 40 secondi, una persona negli Stati Uniti ha un ictus e oltre 795.000 persone sperimentano questo evento cardiovascolare ogni anno.

Finora, gli specialisti hanno identificato una serie di fattori modificabili e non modificabili che influenzano il rischio di ictus di un individuo.

Pertanto, da un lato, una persona può essere predisposta a tali eventi cardiovascolari a causa della sua composizione genetica. Allo stesso tempo, numerosi fattori legati allo stile di vita, come il fumo o le abitudini alimentari, il livello di attività fisica e la dieta, influenzano anche il rischio di ictus.

Ma quali fattori sono più critici e fino a che punto possiamo prevenire l'ictus?

Ora possiamo finalmente avere una risposta a questa domanda, grazie a un nuovo studio condotto da specialisti di numerose prestigiose istituzioni in tutta Europa, tra cui l'Università di Cambridge nel Regno Unito, il Karolinska Institutet di Stoccolma, in Svezia, e il Centro tedesco per Malattie neurodegenerative a Bonn, Germania – hanno condotto.

Insieme, gli scienziati riportano le loro scoperte in un documento di studio che appare in The BMJ e il cui primo autore è Loes Rutten-Jacobs.

Secondo gli autori, i risultati "evidenziano il potenziale delle misure di stile di vita per ridurre il rischio di ictus attraverso intere popolazioni, anche in quelli ad alto rischio genetico di ictus".

Quali fattori sono più importanti?

Nell'attuale studio, i ricercatori hanno analizzato le informazioni genetiche di 306.473 partecipanti dal Regno Unito, che hanno acquistato tramite la Biobank britannica. Tutti gli individui avevano tra i 40 ei 73 anni, senza storia di infarto o ictus.

Gli investigatori hanno ricercato 90 varianti geniche che gli scienziati sanno essere associate al rischio di ictus. Inoltre, hanno determinato se ciascun partecipante conduceva uno stile di vita sano osservando quattro fattori:

  • indipendentemente dal fatto che fumassero o no
  • indipendentemente dal fatto che consumassero una dieta ricca di pesce, frutta e verdura
  • se avessero un indice di massa corporea (BMI) inferiore a 30, indicando che non erano sovrappeso
  • se hanno esercitato su base regolare

Nel corso di un periodo medio di follow-up di 7 anni, i ricercatori hanno poi raccolto i record degli ospedali e dei decessi per scoprire le occorrenze di ictus.

Nel complesso, hanno notato che, in termini sia di rischio genetico che di stile di vita, gli uomini tendevano ad essere più predisposti all'ictus rispetto alle donne.

Inoltre, il rischio di ictus era del 35% più alto nelle persone con un'elevata predisposizione genetica rispetto a quelle con una bassa predisposizione genetica, indipendentemente dalle loro scelte di vita.

Allo stesso tempo, le persone che conducevano una vita malsana avevano un rischio di ictus del 66% più elevato rispetto a coloro che facevano scelte di vita salutari. L'aumento è stato lo stesso per tutte le categorie di rischio genetico.

I fattori di stile di vita più critici che hanno influenzato il rischio di ictus di una persona sembravano essere un'abitudine al fumo e indipendentemente dal fatto che fossero o meno in sovrappeso, hanno osservato gli autori.

Infine, le persone che avevano sia un alto rischio genetico di ictus che conducevano una vita malsana avevano un rischio di ictus più del doppio rispetto ai coetanei che avevano un basso rischio genetico e hanno fatto scelte di vita salutari.

Come gli autori annotano nel loro articolo:

"La riduzione del rischio associata all'aderenza a uno stile di vita sano nel presente studio era simile in tutti gli strati del rischio genetico, che sottolinea il beneficio per l'intera popolazione di aderire a uno stile di vita sano, indipendente dal rischio genetico."

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu