Cancro / Oncologia

Cipolle e aglio potrebbero proteggere dal cancro

A parte la loro capacità di iniettare un sapore profondo in quasi tutti i pasti, cipolle e aglio potrebbero anche proteggere dal cancro, secondo uno studio recente.

Aglio, cipolle, porro, erba cipollina e scalogno sono classificati come verdure allium.

Sono cresciuti in gran parte del mondo e formano la base dei pasti familiari in lungo e in largo.

Studi precedenti hanno dimostrato che alcuni composti delle verdure di allium, compresi i flavanoli e i composti organosulfur, sono bioattivi.

Alcuni hanno dimostrato di ostacolare lo sviluppo del cancro.

Gli scienziati del First Hospital of China Medical University hanno recentemente iniziato a capire se consumare quantità maggiori di questi vegetali potrebbe impedire alle persone di sviluppare il cancro del colon-retto. Di recente hanno pubblicato i loro risultati sull'Asia-Pacific Journal of Clinical Oncology.

Senza contare i tumori della pelle, il cancro del colon-retto, chiamato anche cancro dell'intestino, è il terzo tumore più comune diagnosticato negli uomini e nelle donne negli Stati Uniti.

I ricercatori sono consapevoli di alcuni fattori di rischio dietetici, come il consumo di alti livelli di carni rosse o trasformate. Tuttavia, sanno meno di alimenti che potrebbero proteggere contro il cancro dell'intestino.

Unpeeling alla cipolla

Gli scienziati hanno già studiato se le verdure di allium potrebbero ridurre il rischio di cancro intestinale. Sebbene alcuni abbiano identificato un effetto significativo, altri hanno trovato una piccola interazione o nessuna.

Gli autori dell'ultimo studio ritengono che la variazione dei risultati sia in parte dovuta al modo in cui sono stati raccolti i dati. Ad esempio, alcuni studi hanno riunito tutte le verdure di allium in un gruppo per l'analisi, mentre altre non includevano dati provenienti da alcuni tipi di vegetali di allium, meno comuni.

Con questo in mente, i ricercatori hanno progettato uno studio che avrebbe catturato più fedelmente l'impatto delle verdure di allium sul rischio di cancro del colon-retto.

Per indagare, hanno abbinato 833 individui con tumore del colon-retto con 833 partecipanti al controllo senza di essa, che erano simili per età e sesso e che vivevano in luoghi simili.

Ogni partecipante è stato intervistato e le sue abitudini alimentari sono state registrate utilizzando un questionario di frequenza alimentare convalidato.

I benefici delle verdure all'allium

I ricercatori hanno scoperto che, come teorizzato, c'era una relazione significativa tra il livello di verdure di allium che un individuo consuma e il loro rischio di cancro del colon-retto.

In particolare, negli adulti che hanno consumato i più alti livelli di vegetali di allium, il rischio di sviluppare il cancro del colon-retto era del 79% inferiore rispetto a quelli che consumavano i livelli più bassi.

"Vale la pena notare che nella nostra ricerca sembra esserci una tendenza: maggiore è la quantità di verdure all'alleum, migliore è la protezione".

Autore senior Dr. Zhi Li

La relazione inversa è stata osservata nel consumo complessivo di vegetali di allium, nonché in tipi specifici, vale a dire aglio, gambi di aglio, porri, cipolle e cipolline.

La correlazione era significativa anche per uomini e donne. Questo è interessante perché, in alcuni studi precedenti, sono state osservate differenze tra i sessi. Ad esempio, uno studio ha rilevato un effetto debolmente protettivo nelle donne e un lieve aumento del rischio di tumore del colon-retto negli uomini.

Come accennato in precedenza, la ricerca passata sulle verdure all'alleum e sul rischio di tumore del colon-retto ha prodotto risultati contraddittori. Tuttavia, le prove a favore della relazione stanno ora crescendo.

Ad esempio, uno studio con partecipanti del Sud Europa ha trovato "un'associazione inversa tra la frequenza di utilizzo delle verdure all'allium e il rischio di diversi tumori comuni".

Allo stesso modo, una meta-analisi ha valutato i legami tra l'assunzione di verdure all'allium e la presenza di polipi adenomatosi, che sono i precursori del cancro del colon-retto.

Gli autori hanno concluso che "l'assunzione di h (h) di vegetali totali di allium può essere associata a una riduzione del rischio di polipi adenomatosi colorettali".

Un semplice cambiamento dietetico

Il Dr. Li ritiene che questo gruppo di verdure fornisca un semplice cambiamento dello stile di vita che potrebbe aiutare a ridurre il rischio di cancro del colon-retto.

Naturalmente, il consumo di questi vegetali da soli non riduce il rischio in modo significativo, ma usato in combinazione con altri cambiamenti nella dieta, potrebbe fare la differenza.

Il dibattito probabilmente continuerà per qualche tempo; c'è una vertiginosa serie di motivi per cui le diete ricche di allium possono sembrare (o non sembrano) avere un impatto sul rischio di cancro. Ad esempio, come una verdura viene cotta può alterare significativamente la sua composizione chimica.

Questo potrebbe aiutare a spiegare perché gli studi condotti tra diverse popolazioni globali hanno avuto risultati diversi; studi futuri farebbero bene a tenerne conto.

Le conclusioni non possono ancora essere tratte, ma, se i risultati vengono replicati, aggiungere cipolla e aglio in più ai nostri piatti può essere un modo gustoso per ridurre il rischio di cancro del colon-retto.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu