Cervello sinistro vs cervello destro: come si domina?

I due emisferi del nostro cervello, sinistro e destro, si specializzano in diversi compiti. Uno studio recente chiede come ciò avvenga e raggiunge una conclusione sorprendente.

La dominanza emisferica, nota anche come lateralizzazione della funzione cerebrale, descrive la tendenza del lato sinistro o destro del cervello a svolgere attività cerebrali specifiche.

Anche se entrambi i lati del cervello sono quasi identici, un emisfero svolge principalmente alcune funzioni rispetto ad altre.

Ad esempio, l'emisfero sinistro ospita regioni cerebrali legate al parlato (o all'emisfero destro in persone mancine).

In precedenza, gli scienziati pensavano che gli esseri umani fossero le uniche creature a manifestare questo fenomeno. Tuttavia, recenti ricerche hanno trovato la funzione cerebrale lateralizzata in tutto il regno animale – dagli insetti, come le api da miele, ai mammiferi acquatici, comprese le orche.

Il corpo calloso – un tratto spesso di cellule nervose, noto come fibre commissurali – collega i due emisferi. Esattamente come la dominanza è prodotta rimane incerta.

Recentemente, ricercatori della Ruhr-Universität Bochum in Germania hanno deciso di indagare su questa domanda. Hanno scelto di studiare il sistema visivo dei piccioni e hanno pubblicato i loro risultati sulla rivista Cell Reports.

Cervelli di uccelli e vecchie idee

In precedenza, gli scienziati hanno teorizzato che un lato del cervello inibisce semplicemente l'altro, permettendogli di prendere il sopravvento.

Il co-autore principale Onur Güntürkün spiega che "(i) nel passato, era stato assunto che l'emisfero dominante trasmettesse segnali inibitori all'altro emisfero attraverso le commissure, sopprimendo così le funzioni specifiche in quella regione".

In effetti, si pensa che l'emisfero dominante superi il suo vicino. Tuttavia, gli scienziati hanno anche notato che i messaggi eccitatori funzionano in entrambi i modi, quindi ci deve essere di più in questa interazione.

I ricercatori hanno deciso di utilizzare un modello di piccione perché altri studi hanno descritto il predominio emisferico in questa specie in qualche dettaglio negli ultimi anni.

Per esempio, nei cervelli dei piccioni, l'emisfero sinistro assume un ruolo guida quando si tratta dell'elaborazione visiva di modelli e colori. Viceversa, il cervello destro si occupa più spesso di stimoli sociali o emotivamente carichi.

Gli scienziati hanno addestrato gli uccelli a svolgere un compito di differenziazione dei colori. In particolare, questa sfida coinvolge parte del cervello che utilizza l'informazione visiva per guidare l'attività motoria. In questo tipo di compito, il lato sinistro del cervello è dominante.

Per capire come il cross-talk tra emisferi influenza la dominanza, il Prof. Güntürkün e il co-autore Dr. Qian Xiao interrompono in modo intermittente alcuni dei neuroni che corrono tra i due lati del cervello.

Interferire nel cross-talk

Dopo aver bloccato specifici neuroni che correvano da un lato, avrebbero osservato l'attività dei neuroni che di solito ricevono il loro input dal lato opposto. In questo modo, potrebbero distinguere il modo in cui l'emisfero dominante esercita il proprio controllo.

I ricercatori hanno dimostrato che, invece di limitarsi a inibire il lato destro del cervello durante questo compito, il cervello sinistro può ritardare la risposta del cervello destro, impedendo così che venga coinvolto.

Come spiega il Prof. Güntürkün, "l'emisfero destro agisce semplicemente troppo tardi per controllare la risposta".

Piuttosto che limitarsi a inibire la risposta, il cervello destro funziona ancora, ma i suoi segnali sono troppo tardi per la festa per fare la differenza nel comportamento dell'uccello.

"Questi risultati mostrano che la dominanza emisferica si basa su un meccanismo sofisticato, che non dipende da un'influenza inibitoria o eccitatoria generale, ma è causata da ritardi temporali nell'attività delle cellule nervose nell'altro emisfero".

Prof. Onur Güntürkün

I risultati forniscono un modo completamente nuovo di guardare al dominio emisferico. La ricerca è destinata a continuare in questo fenomeno piuttosto particolare che l'evoluzione ha amorevolmente conservato in molti rami della vita.

Tuttavia, è probabile che ci voglia un bel po 'di tempo prima di capire perché dividere le attività tra gli emisferi sia così vantaggiosamente evolutivo.

Questo post è stato utile per te?