Nutrizione / Dieta

'La dieta mediterranea può proteggere dai sintomi della depressione'

Le prove indicano che seguire una dieta di tipo mediterraneo, ricca di frutta, verdura, noci e cereali, può portare molti benefici per la salute, compresa la protezione contro i problemi cardiovascolari e metabolici. Ora, uno studio presenta anche un collegamento tra questa dieta e un minor rischio di depressione più avanti nella vita.

Le diete mediterranee includono pasti ad alto contenuto di verdure, legumi, noci, frutta, cereali integrali, con meno pesce, latticini e cibi a base di pollame e meno carne rossa possibile.

Inoltre, le persone che seguono diete in stile mediterraneo usano l’olio d’oliva per cucinare, che è una buona fonte di grassi monosaturi.

Aneddoticamente, questa è un’alimentazione sana e nutriente e molti studi sembrano sostenere questa affermazione. Negli ultimi anni, i ricercatori hanno dimostrato che le diete mediterranee possono ridurre significativamente il rischio cardiovascolare, possono rallentare la perdita di tessuto osseo nell’osteoporosi, promuovere i meccanismi antitumorali e sostenere la salute del cervello.

Alcune ricerche hanno persino trovato un’associazione tra diete in stile mediterraneo e un ridotto rischio di depressione.

Ora, i risultati di un nuovo studio – che i suoi autori hanno presentato all’Assemblea annuale dell’American Psychiatric Association (APA) di quest’anno a San Francisco, in California – aggiungono sostegno a queste affermazioni.

All’incontro annuale dell’APA, il dott. Konstantinos Argyropoulos e colleghi della Hellenic Open University di Patra, in Grecia, hanno dimostrato che le persone che aderiscono a una dieta mediterranea sembrano meno propense a sviluppare sintomi di depressione più avanti nella vita.

Un link che merita ulteriori studi

Il gruppo di ricerca ha lavorato con membri di centri diurni per anziani della regione dell’Attica orientale della Grecia. Di tutti i partecipanti allo studio, il 64% ha avuto una moderata aderenza alla dieta mediterranea, mentre il 34% ha riportato un’alta aderenza.

Tra l’intera coorte, quasi il 25% degli individui presentava sintomi di depressione, e più donne che uomini li hanno vissuti.

I ricercatori hanno scoperto che i partecipanti che avevano un’alta aderenza a una dieta mediterranea – in particolare uno che aveva un alto contenuto di verdure, ma pochi prodotti a base di pollame e un basso consumo di alcol – avevano una minore probabilità di sviluppare depressione o sintomi associati alla depressione.

“I nostri risultati sostengono che la depressione negli anziani è comune e fortemente associata a diversi fattori di rischio”, si osservano gli autori dello studio. Tuttavia, sottolineano che coloro che seguivano la dieta ricca di piante sembravano avere un rischio più basso, dicendo che:

“L’adesione a una dieta mediterranea può proteggere dallo sviluppo di sintomi depressivi in ​​età avanzata”.

Tuttavia, il dottor Argyropoulos e colleghi avvertono anche che il loro studio è stato osservativo e non ha cercato di dimostrare una relazione di causa ed effetto.

Per questo motivo, avvertono che la causalità potrebbe essere in entrambi i modi: mangiare una dieta mediterranea salutare può portare a una migliore salute mentale, ma allo stesso modo, la depressione potrebbe influenzare la capacità di una persona di seguire una dieta nutriente e condurre una vita salutare generale.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu